La marmellata: consigli utili

La marmellata: consigli utili

La marmellata: consigli utili.

La marmellata: consigli utiliFonte: Pixabay

La marmellata: consigli utili

Tempo fa abbiamo visto come ho proceduto a fare la marmellata di albicocche con pentole AMC.
Stesso procedimento l’ha recentemente provato anche mia suocera e anch’essa non ha riscontrato problemi nel farla. Quindi tempi di cottura, ingredienti, quantità e procedimento sono esatti per quel tipo di frutto.

La marmellata è un giusto equilibrio tra zuccheri, pectina e acidi. Può capitare che nella preparazione venga a sorgere uno squilibrio di questi elementi che ne scaturisce un cattivo risultato finale. Ho creato quindi questa pagina per descrivere alcune possibile problematiche e le loro soluzioni.

Iniziamo per prima cosa a parlare di pectina: si tratta di una sostanza che assieme allo zucchero fa si che la marmellata si gelifichi. La maggior parte di pectina si trova sotto la buccia della frutta (per questo motivo è consigliato non toglierla), in particolar modo in agrumi, pere e mele.
Esistono poi in commercio confezioni contenenti tale sostanza da aggiungere direttamente alla frutta.
Come farsi la pectina in casa? Bollire per 15 minuti del succo di limone + bucce e torsolo di 5 mele. Filtrare il tutto e sempre ben caldo metterlo nei barattoli per poi capovolgerli. Versare il composto creato nelle marmellate di frutta che ne richiedono.

Per quanto riguarda lo zucchero invece, è molto importante NON evitarlo, in quanto tale ingrediente permette di conservare più a lungo rispetto al mancato utilizzo. Quindi nel caso vogliate una marmellata meno calorica, diminuire il quantitativo usato (fino a 750 gr per kg) o eventualmente sostituire con fruttosio o miele.

 

PROBLEMI E SOLUZIONI (problema –> causa –> soluzione)

Marmellata cristallizza –> poca acida –> aggiungere un paio di gocce di limone e rimettere sul fuoco.
Marmellata non gelifica–> manca pectina –> aggiungere pectina creata nel modo sopra descritto oppure mettere una mela tagliata.
Marmellata fermenta –> non cotta –> rimetterla nel fuoco (se si invasa in fase di fermentazione potrebbe creare la muffa).
Marmellata troppo liquida –> per ogni kg di frutta aggiungere 300 gr di carote cotte.

Infine, per verificare se la nostra marmellata è pronta per essere invasata possiamo fare il metodo del piattino:

  • Mettere per 5 minuti un piatto in freezer.
  • Versargli sopra una goccia di marmellata calda.
  • Inclinare il piatto.

Se la goccia scivolerà lentamente senza lasciare tracce e sbrodolamenti allora la nostra marmellata è pronta.

Comments are closed.